sabato 7 maggio 2016

Il paradosso delle femministe, degli omosessuali e dei cristiani che amano l'Islam (il quale non li ricambia)













Uno dei misteri più incomprensibili dell'attualità di questi ultimi tre anni, da quando, dopo l'ascesa dell'Isis e la caduta dei regimi laici nei paesi arabi (voluta dai progressisti dell'amministrazione Obama), è il sostegno che gli esponenti del femminismo, della comunità LGBT e della Chiesa Cattolica nei confronti dell'immigrazione islamica e la loro battaglia contro l'islamofobia.

Ora è noto che l'Islam ha una concezione della donna del tutto incompatibile con il femminismo.

E' noto anche che l'Islam punisce gli omosessuali con pene che variano dalla prigione alla lapidazione.

E' infine noto che l'Islam non ama particolarmente il Cristianesimo.

Certo, magari alcuni presunti Imam potranno anche, tatticamente, mostrarsi "moderati", ma la tendenza maggioritaria nella comunità islamica mondiale è quella di interpretare il Corano alla lettera, cioè in maniera fondamentalista, e quindi di disprezzare donne, omosessuali e infedeli cristiani.

Eppure, incredibilmente, sono proprio le femministe, gli omosessuali e i cattolici i più grandi sostenitori dell'invasione islamica dell'Occidente.

Io non capisco... non riesco proprio a capire... c'è qualcuno che può aiutarmi a capire?

multiculturismcartoon



SofRep-ISIS-EU-Trojan-Horse-630x479

Nessun commento:

Posta un commento